Una domanda sugli ebook a Stefano Di Marino

In Italia gli eBook faticano a raggiungere il grande pubblico, diversamente da altri paesi. Secondo te questo è dovuto a una mancanza di maturità dell’editoria digitale o a una sorta di reticenza dei lettori? Su quali aspetti dell’eBook bisognerebbe puntare, a tuo parere, affinché conquisti favore?

Io lavoro con il digitale da più di due anni. Ho cominciato a sentirne parlare durante una serie di corsi tenuti all’Università Statale di Milano da un mio amico che invitava scrittori che lavoravano in vari settori (narrativa letteraria, storica, di genere) a parlare delle nuove tecnologie legate al loro lavoro. Non ne sapevo molto io e neanche gli altri. Ho cominciato a ripubblicare alcune cose mie introvabili in ebook e poi è nato il progetto della Rivista Action che marcia a gonfie vele da un anno… A gonfie vele, insomma… I numeri effettivi degli scarichi sono bassini per tutti. Non è mettendo in mano alla gente un ‘coso’ elettronico che si creano nuovi lettori. Si va a prendere una piccolissima parte di quelli già esistenti (l’un per cento pare). Io continuo a crederci e vedo il futuro nel digitale per cui voglio esserci. Ma al momento c’è ancora una fortissima resistenza da parte di  librai, lettori e autori ad abbandonare il testo cartaceo. Il problema è che non sono due mezzi in competizione, piuttosto si dovrebbero coadiuvare. Se il prezzo è onesto. Il problema è che sinché non ci sarà una grossa differenza di prezzo tra testo in digitale e cartaceo e non si pagheranno anticipi agli autori per il digitale rimarremo al massimo nel campo delle ‘riprese’, così giusto per far circolare il nome. E questo non è ancora il problema principale che, come ho detto, riguarda l’abitudine alla lettura. Su qualsiasi supporto.

Laureato in giurisprudenza, decide però di seguire la sua passione per la letteratura thriller, il noir metropolitano d’azione e l’horror.
Nel 1989 entra a far parte della redazione della rivista fantascientifica Urania. Nel 1993 inizia a lavorare come traduttore, sceneggiatore di fumetti, autore e consulente. Dal 2002 al 2007 è stato consulente sul thriller e l’avventura per la casa editrice Longanesi. Attualmente dedica tutta la sua attività alla scrittura creativa. Ha curato il volume Gli occhi dell’Hydra che nasce dalla collaborazione con scrittori e lettori del forum ufficiale dedicato ad Alan D. Altieri. Nel 2008 partecipa al volume History & Mystery della Piemme con il racconto “Il Labirinto di Lucrezia“. Nel mese di marzo inizia la sua collaborazione con la collana Il Giallo Mondadori Presenta della Mondadori con “Un uomo da abbattere“, primo romanzo della trilogia “Montecristo”. Attualmente svolge l’attività di scrittore, traduttore, saggista free lance. Collabora con la rivista on-line Thriller magazine, con il Blog di Segretissimo e con l’associazione Milanonera Eventi. Scrive per Writers magazine Italia, Milanonera Mag, Liberi Discrivere e Altrisogni. Nella sua pagina nel social network Facebook tiene regolarmente una rubrica intitolata COLPO IN CANNA, in cui promuove e discute di autori e narrativa di genere. Svolge un’intensa attività di promozione e presentazione del suo lavoro e di quello di colleghi italiani. Tiene corsi di scrittura in vari centri culturali. E’ ideatore e curatore della rivista digitale ACTION realizzata da dbooks.it edizioni.
Scrive i suoi romanzi sia come Stefano (a volte Steve) Di Marino che usando vari pseudonimi: Stephen Gunn, Xavier LeNormand, Frederick Kaman, Etienne Valmont, Jordan Wong Lee, Alex Krusemark, Gilbert Oury.
Ha una voce nel DizioNoir, il dizionario della letteratura thriller, noir e spy story edito dalla Delos Book nel 2006.
È stato maestro di Thai boxe, Kickboxing, Savate e Taiji. Alla passione per le arti marziali ha dedicato anche vari saggi e manuali.
Gli ultimi romanzi che ha pubblicato sono: La vendetta del fantasmaLe origini (pubblicati come Stephen Gunn, per la serie del Professionista), Vlad: il primo della lista (pubblicato come Stefano Di Marino). La voce Wikipedia a lui dedicata contiene un elenco dettagliato delle sue pubblicazioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in chiacchierate. Contrassegna il permalink.