Etienne Dumont e il destino di Hao Myung, di David Riva

body modification estrema: etienne dumont Sono trascorsi circa diciassette anni dalle vicende che hanno per protagonisti Ester, giovane donna alla ricerca della propria identità più vera, e Hao Myung, il chirurgo estetico che modifica le persone per renderle opere d'arte, così come descritte in Opera sei. Quando Luigi Musolino mi ha segnalato questo articolo sull'artista di body modification o arte carnale estrema Etienne Dumont, critico d'arte svizzero, l'eco di quanto scritto è stato possente, e distorto in maniera inquietante, come riverberassero con forza sottile segni dell'attualità di ciò che nel romanzo viene raccontato.

Sorprende quanta dedizione, quanta perseveranza infonde questo artista nella propria trasformazione, quasi fosse una necessità non solo di rimarcare una sua componente esteriore, ma anche di dare risposta a esigenze che si muovono nel suo animo.

l'arte carnale di etienne dumont

In un simile contesto non è possibile scindere l'uomo dall'opera d'arte, l'opera dall'artista: avviene una sovrapposizione di strutture, che in altri ambiti sono separati da materia e poetica, la presenza dell'opera è presenza dell'artista, laddove gli orizzonti non esistono più per demarcare, ma per (pro)porre e rimandare all'infinito limiti e sfide, linguaggi di provocazione e avanguardia, di suggestione e prevaricazione.

L'andare oltre, il superare le convenzioni, è la caratteristica che mantiene in vita l'arte contemporanea, altrimenti svuotata della sua funzione maieutica, resa sterilmente strumento di un commercio senza criteri, per la mancanza colpevole del ponte tra soggetto e oggetto, tra mediatore e mediato, tra artista e pubblico.
Non bisogna stupirsi di essere stupiti: la funzione più profonda dell'arte è sempre stata questa.
Guardando queste fotografie forse riesco a dare risposta a quale fine abbia fatto Hao Myung: la cosa mi ha sempre incuriosito.

David Riva

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dossier. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...