I corti di XII: Anno Tremila – Stefano Sampietro

Infine ecco l’ultimo racconto della trilogia di fine millenio di Stefano Sampietro: dopo Anno Mille e Anno Duemila, possiamo finalmente leggere Anno Tremila tratto dalla raccolta Corti.

Autore: Stefano Sampietro
Corto: Anno Tremila
Categoria: Welter (1800 caratteri)

ANNO TREMILA

di Stefano Sampietro

Boston, 31/12/3000, ore 14.03
Liu Chen arriva a lezione già iniziata. Il professore sembra non accorgersi del suo ritardo, probabilmente le olocamere non arrivano a scrutare il fondo della sala.
Il corso è quello di sociologia dell’antichità occidentale. Il professore è un’immagine tridimensionale, vagamente eterea. Indossa una giacca bianca e argento, larga sui fianchi e chiusa attorno al collo. Il suo volto, oggi, è quello di un famoso attore di cyberteatro tradizionale cinese, ma la sua voce è sempre la stessa, atona e senza inflessioni.
Liu ha preso posto e senza entusiasmo si costringe a seguire la lezione. Il professore sta parlando della simbologia delle date, in particolare dell’anno 1000 e dell’anno 2000. Il tema non è casuale, naturalmente.
L’anno mille era carico di nefaste aspettative, ma meno di quanto si creda. L’Apocalisse era attesa, certamente, ma le immagini di un mondo paralizzato dal terrore per l’imminente fine sono esagerate e frutto della fantasia di alcuni storici successivi al Medioevo.
Nel 2000, la gente si era fatta un poco più razionale. Tuttavia, occorre ricordare quella specie di Apocalisse informatica, il cosiddetto “Millenium Bug”.

«E oggi? Il mondo finirà con l’anno 3000? Significherebbe ancora poche ore di vita, tutti a studiare!» La battuta del professore è scontata e nessuno ride.
Liu è stanco, pensa alla festa di quella sera.

Boston, 31 /12/3000, ore 23.58
La musica è assordante e costruisce armoniche orientali su ritmi tribali. La festa di fine anno è una ricorrenza antica, un retaggio di quando la cultura occidentale e il suo calendario dominavano il continente. Liu si guarda attorno, la sala è stipata. Poi la musica si ferma, mancano pochi secondi alla mezzanotte.
4, 3, 2, 1…
Un boato profondo e terribile, poi la terra inizia a tremare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i corti di xii. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...