I corti di XII: Il Coniglietto a Introd – Fabrizio Cornelli

Ecco un nuovo racconto tratto dalla raccolta Corti. Si tratta di Il Coniglietto a Introd di Fabrizio Cornelli.

Autore: Fabrizio Cornelli
Corto: Il Coniglietto a Introd
Categoria: Welter (1800 caratteri)

IL CONIGLIETTO A INTROD
di Fabrizio Cornelli

La prima volta che sono andato in val di Rehmes ero così piccolo che non sapevo nemmeno parlare, e tutte le volte, tutte le sante volte che ci sono tornato, mi sono sempre fermato a Introd, per ammirare con trepidazione il suo orrido. Un ponte sul fiume Dora, che scorre un centinaio di metri più in basso. Una fenditura, un taglio, una ruga profondissima della montagna, che sprofonda nel terrore, nella solitudine e nel buio. Non si vede quasi il fiume, tanto è lontano e buio. Un ponte di sassi lo attraversa; sotto il nulla. Posteggio nel piccolo parcheggio che hanno costruito per i turisti, cammino lungo il percorso pedonale, con una mano scorro la ringhiera. Un piccolo lucchetto recita i nomi di due giovani innamorati.
Mi affaccio e guardo di sotto, sento il freddo salire alle tempie, il sudore sotto la giacca, il sole sbuca per un istante. Un momento dopo è di nuovo dietro una nuvola e io sto volando giù dal ponte.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i corti di xii. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...